Update

A Torino una giornata sull’innovazione tecnologica e le sue applicazioni nella meeting industry

L’attenzione degli startupper non si concentra solo sul turismo leisure ma anche su quello d’affari e congressuale. Applicazioni per gestire l’organizzazione delle trasferte, per semplificare tutti gli aspetti della mobility ma anche soluzioni basate sull’intelligenza artificiale per aumentare l’interazione e il coinvolgimento negli eventi. Questi alcuni degli argomenti presentati presso il Centro per l’Innovazione Intesa Sanpaolo lo scorso 13 aprile nell’ambito di una giornata organizzata da Turismo Torino e Provincia Convention Bureau per i propri soci.

L’Innovation Center di Intesa Sanpaolo ha condotto una panoramica sulle start up internazionali che hanno sviluppato modelli di business innovativi per il turismo d’affari e il MICE dando l’opportunità alla platea di aprire i propri orizzonti sul cambiamento in atto e sui possibili prossimi scenari.

La sessione che ha stimolato il confronto su come il settore sia chiamato ad affrontare la complessità e la velocità dell’innovazione è stata seguita dall’intervento di Marcella Gaspardone, Marketing, Public Relations & Convention Bureau Manager di Turismo Torino e Provincia che ha illustrato i dati dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE relativi al mercato dei congressi e degli eventi a Torino.

Alessandra Albarelli, presidente Federcongressi&eventi, ha commentato i dati dell’OICE e la ricerca dell’Innovation Center evidenziando: “Il settore dei congressi e degli eventi si dimostra sempre più come un potente volano non solo per i settori industriali direttamente coinvolti ma per l’intero sistema economico del Paese. L’attenzione che le nuove imprese legate al digital e alla tecnologia hanno per il nostro comparto è la prova più palese di come il mercato sia sempre più consapevole del valore della meeting industry”.

L’evoluzione tecnologica richiede da parte nostra un approccio open mind”, ha dichiarato la Albarelli. “Siamo di fronte a un passaggio epocale che sicuramente cambierà le nostre dinamiche di business ma che va conosciuto in profondità e senza preconcetti per coglierne gli aspetti che possono portare benefici e vantaggi competitivi alle nostre attività”.