Molto più che la culla del Rinascimento

Firenze

Molto più che un museo a cielo aperto. Molto più che la culla delle arti e del Rinascimento.
Oltre ad essere famosa e ammirata in tutto il mondo per la bellezza senza tempo e lo spirito rivoluzionario della sua arte – tanto che il suo centro storico è stato iscritto nella lista UNESCO del Patrimonio Mondiale già negli anni ’80 - Firenze è una città moderna e cosmopolita, pulsante di nuove energie.

Unica destinazione italiana selezionata da Lonely Planet tra le 10 migliori destinazioni internazionali ‘Best in Travel 2022’, il modo migliore per assaporare il fascino della capitale toscana è perdersi nei suoi vicoli così caratteristici, passeggiando lungo i lungarni, tra i musei, i palazzi medievali e gli angoli dell’Oltrarno. Osservando la sua dimensione a misura d’uomo e la bellezza dei suoi scorci, è facile immaginare come i più grandi artisti di tutti i tempi ne siano rimasti ammaliati. Non a caso, è proprio nella Basilica di Santa Croce che Stendhal rimase così stordito dalla bellezza delle opere d’arte da dare inizio al fenomeno che sarà definito anni dopo proprio come “Sindrome di Stendhal” o “di Firenze”.

PALAZZO DEGLI AFFARI

Costruito nel 1974 su progetto dell’Architetto Pierluigi Spadolini, è stato interamente ristrutturato e riaperto al pubblico nel mese di Luglio 2022. Oggi il Palazzo degli Affari è una struttura congressuale d’eccellenza a pochi passi a piedi dalla stazione di Santa Maria Novella ed in pieno centro storico.

I suoi 4.000 mq modulari e versatili possono accogliere qualsiasi tipo di evento garantendo comfort e flessibilità. Grazie all’utilizzo di energie da fonti rinnovabili, materiali ecosostenibili e nuovi criteri di accessibilità il Palazzo è all’avanguardia in termini di sostenibilità.

FORTEZZA DA BASSO

Una location unica al mondo, una fortezza medicea nel cuore di Firenze dove convivono capolavori di architettura rinascimentale e tecnologie innovative. Un complesso di edifici storici e contemporanei, diversi per dimensioni e carattere, dove è possibile organizzare convention, congressi ed eventi di qualsiasi genere e dimensione.

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino deve il suo nome al prestigioso Festival del Maggio Musicale, il più antico in Italia, primato che in Europa condivide con quelli di Salisburgo e Bayreuth.

Fondato  – dopo la nascita della Stabile Orchestrale Fiorentina del 1928 che presto divenne una delle orchestre più importanti di Europa –  nel 1933 a Firenze, acquisisce subito una forte e importante vocazione internazionale. Il Festival si afferma prestissimo come un centro nevralgico di divulgazione della grande cultura musicale europea indicando, proponendo e poi anche affermando vie nuove e inedite, nel  repertorio così come nelle composizioni contemporanee, di una visione generale di fare spettacolo coinvolgendo in modo interdisciplinare tutte le arti performative.

Il Festival del Maggio, quindi, diventa un punto di riferimento per i massimi nomi dello spettacolo musicale, direttori d’orchestra, registi, artisti di primissima importanza che si avvicendano da decenni sul palcoscenico fiorentino di quello che fu il glorioso Teatro Comunale prima e, adesso, del Teatro del Maggio attuale, inaugurato nel 2014, che appunto ne ha adottato il nome emblematico e ne continua a conservare e perpetrare il prestigio tra il Festival stesso, nel periodo primaverile e di prima estate, e le stagioni operistiche, sinfoniche, concertistiche distribuite nel corso dell’anno.

Dotato della Sala Grande da 1.900 posti e del nuovo Auditorium Zubin Mehta da 900 posti - inaugurato a dicembre 2021, oltre ai maestosi spazi del Foyer, della Cavea esterna da 2.300 posti e ulteriori sale meeting, rappresenta una location prestigiosa e funzionale per tutti i più importanti eventi congressuali, associativi e aziendali.